Superleague si o no?

A 24 ore dalla notizia, a bocce ferme, proviamo a riassumere i pensieri dei tifosi. Superleague si o no?

Da tifosi del toro ci viene da dire, come hanno fatto gli atalantini, perché no? Queste “super” squadre si sentono strette nel campionato italiano? Non incassano abbastanza dalle tv e dagli sponsor?

E vadano pure altrove! E’ altrettanto vero però che servono delle regole ferree per chi sceglie di andarsene. Non sono dei “figliol prodigo”, l’UEFA ha ragione a voler escludere da campionati, nazionali e coppe le 12 squadre della Superleague.

Sarebbe interessante chiedere allo specchio delle mie brame se poi le minacce avranno un seguito o se chi sta “uccidendo” il calcio che i bambini imparano nelle scuole calcio, ai giardinetti con i maglioni al posto delle porte, quello sport che fa gioire, piangere, abbracciarsi, cantare, per fare posto solo al dio denaro, l’avrà vinta anche questa volta.

Quindi SI o NO alla Superleague?

NO! scontato dire che si tratta di un’operazione economica perché questo non è piu calcio

NO! perché gia ora odora di denaro, ma che in qualche modo si equilibra tra squadre che hanno come obiettivo la cassa, e altre che invece si portano dietro storia e passione per i propri colori.

SI! perche vorremmo vedere com’è un campionato senza passione.

SI! perche vorremmo vedere quanti giocatori decidono di stare in una squadra che non li porta ai Mondiali o agli Europei.

SI! perché forse… forse la gente come Agnelli potrebbe, doversi scontrare con la cruda realtà di un giocatore che pur pagatissimo, decide di non giocare nella Superleague perché passione e amore per uno sport non hanno prezzo!

SI! perché giocatori che giocano solo per denaro DEVONO giocare nella Superleague, perche quello è il loro posto!

… e se poi la Superleague si farà, accomodatevi pure, noi, vi stiamo già dimenticando! 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *